Uno sguardo al mondo curiosità sull’hanami primaverile giapponese

0
0

Uno sguardo al mondo curiosità sull’hanami primaverile giapponese, quando si avvicina marzo il Giappone si anima di numerosissime festività ma il primato è dell’Hanami.

Tutti gli abitanti del Giappone e tantissimi turisti si informano sulla precisa data della fioritura dei ciliegi per recarsi nei luoghi nipponici ad ammirare questo evento magnifico.

Uno sguardo al mondo curiosità sull’hanami primaverile giapponese, che cos’è questa festa?

La parola Hanami nella scrittura giapponese è formata dai seguenti kanji (idiogrammi giapponesi) :花見.

Il primo contiene il significato di fiore mentre il secondo di guardare.

Il risultato è abbastanza chiaro : “guardare i fiori”.

Il significato dell’hanami è proprio questo , ammirare i fiori nel momento in cui sbocciano, cogliere la bellezza effimera e transitoria delle cose.

La tradizione risale al VII secolo, si è perpetuata per anni ed anni senza mai essere dimenticata.

L’azione di osservare i fiori nel momento in cui sbocciano è qualcosa che attrae e mobilita moltissime persone.

Ci sono statistiche che indicano il momento esatto di fioritura e classifiche dei migliori parchi dove ammirare questo momento.

Durante queste giornate di festa le persone si deliziano di questo momento organizzando picnic sotto gli alberi in fiore.

Un momento poetico e di sublime bellezza da condividere con gli amici e le persone più care.

Perché è così importante cogliere l’attimo di fioritura?

Secondo la tradizione giapponese, influenzata dal buddhismo e dalle teoria di bellezza giapponese, la bellezza e la felicità sono attimi fuggenti che vanno colti subito poiché sono destinati a terminare.

Nel buddhismo tutto ciò che ci circonda è considerato effimero e illusorio, destinato ad appassire e scomparire.

D’altro canto, una caratteristica essenziale di questa filosofia è anche l’attimo lampante.

In un attimo improvviso si possono provare emozioni fortissime, godere di un immagine sorprendente o addirittura ottenere l’illuminazione.

La teoria estetica del “mono no aware” è un concetto collegato intrinsecamente con l’hanami.

Questa teoria, introdotta in molti aspetti ed arti della vita giapponese, letteralmente significa “sensibilità delle cose”.

Questa sensibilità delle cose è scatenata dalla consapevolezza della fine inevitabile della bellezza, della natura e della vita umana.

Queste, in continuo mutamento, sono destinate a cambiare ed estinguersi sempre creando malinconia negli animi degli umani.

Essendo una bellezza effimera, merita di essere vista ed assaporata il più possibile, bisogna goderne finché è possibile poiché non si sa quanto durerà.

Il Mono no aware (物の哀れ) vuole farci ragionare su quanto sia struggente e commovente la bellezza e l’essere sensibili ad essa, proprio perché ne concepiamo la velatura intrinseca dello svanire.

La bellezza è struggente ed emozionante, se non fosse effimera non sarebbe così toccante.

L’hanami nasce proprio per comprendere, godere e vivere emotivamente la bellezza struggente e precaria dei fiori.

Uno sguardo al mondo curiosità sull’hanami primaverile giapponese,come si festeggia ?

L’ hanami ormai è diventato principalmente un evento legato alla fioritura dei sakura, cioè dei fiori di ciliegio.

Essi sbocciano in molti luoghi del Giappone, ma nipponici e turisti si mobilitano ad ammirarli nelle zone più famose, come il Parco di Ueno.

Durante questa giornata, gli amici , le famiglie, le coppie, portano dei grandi teli e li stendono sotto gli alberi di ciliegio in fiore.

Si distendono su di esso, naturalmente togliendo le scarpe, lasciandosi abbracciare da un tetto di petali.

Gustano il bentō giapponese ,un vassoio con scompartimenti e coperchio, ove vengono riposti gli alimenti per il picnic.

Si deliziano con un ottimo sakè ,brindano e si divertono con gli amici.

Si passano molte ore distesi sotto gli alberi per cogliere proprio l’attimo in cui sboccia il fiore, per cui grandi porzioni di cibo, sakè e simpatia!

I sakura si celebrano anche di notte, con un’atmosfera più romantica, si effettuano grandi feste serali con i sakura illuminati da luci e lanterne, in questo caso la festa prende il nome di  yozakura.

 

Lascia un Commento