Mascherine protettive quale modello utilizzare per stare al sicuro

0
0

Mascherine protettive quale modello utilizzare per stare al sicuro da agenti patogeni, quale utilizzare per proteggere gli altri?

Come ben sappiamo le mascherine, in questo momento sanitario sono importantissime e svolgono un ruolo cruciale nel salvaguardare la salute dei cittadini.

Di fatto sono obbligatorie ed ormai facilmente reperibili.

Ma come funzionano? Perché sono importanti? Quale modello è meglio utilizzare? Facciamo un pochino di luce.

Mascherine protettive quale modello utilizzare? Che ruolo giocano?

Le mascherine ci proteggono dai cosidetti “droplets”, cioè le “goccioline” che si disperdono nell’aria.

Le persone affette da Covid-19 o i portatori asintomatici, eliminano il virus durante la respirazione, un colpo di tosse o una chiacchierata.

In base all’azione che si compie si disperderanno quantità maggiori o minori di “goccioline”.

Quest’ultime fluttuano nell’aria per poi cadere a terra ad un raggio massimo di un metro.

Pertanto è importante mantenere il distanziamento di almeno un metro e tenere sempre i dispositivi di protezione.

Quanti modelli di mascherine protettive esistono? Quale utilizzare?

Ci sono numerose tipologie di mascherine, ognuna svolge un ruolo differente di protezione.

Mascherine chirurgiche , questa tipologia è un dispositivo medico monouso, sono costituite da una sovrapposizione di tessuti, in genere di tre strati.

L’aderenza al volto non è totale e protegge solo gli altri ma non chi la indossa poiché trattiene le particelle aeree personali ma non filtra quelle degli altri durante l’inspirazione.

Evitano di contagiare gli altri ma non garantiscono sicurezza personale durante l’inspirazione non avendo una funzione filtrante delle particelle aerosol fine.

Mascherine FPP1, FPP2 ed FPP3 sono dispositivi per la protezione individuale.

Queste mascherine proteggono l’indossatore da contaminazioni esterne, il materiale di cui sono costruite ha un’alta capacità filtrante.

Sono costituite da una serie di strati di numero variabile da circa 4 a 6 strati, possono essere utilizzate per circa 8 ore ma in genere non sono riutilizzabili per più giorni consecutivi.

La mascherina FPP1 garantisce una protezione al primo livello, quindi da polveri ma non da agenti patogeni.

Il dispositivo FPP2 forniscono una protezione media, bloccano le particelle ambientali e virali non veicolate in forma di aerosol.

La mascherina FPP3 garantisce una protezione pressoché totale ha una capacità del >98%.

Mascherine con valvola, come cambia la loro funzione

Le mascherine FFP1, FFP2 ed FFP3 se vengono dotate di valvola di espirazione dona all’indossatore una soluzione di comfort per gli utilizzi prolungati, infatti diminuisce la condensa e l’umidità all’interno della mascherina.

Però, d’altro canto facendo fuoriuscire l’aria non hanno una funzione filtrante durante l’espirazione e quindi, non proteggono le persone circostanti ma solo l’operatore che ha indosso la mascherina.

In conclusione le uniche mascherine che proteggono sia chi l’ha indosso sia le persone circostanti sono le FFP1, FFP2, FFP3, ognuna con un grado di filtraggio e sicurezza differente.

Se si vuole avere una sicurezza quasi completa è necessario indossare la mascherina FFP3.

 

 

Lascia un Commento