Green pass il certificato vaccinale cos’è e come funziona

0
0

Green pass il certificato vaccinale cos’è e come funziona, le opinioni di D’Amato e le statistiche.

A cosa servirà il certificato, e come si ottiene?

L’assessore della sanità parla positivo: “Online già mezzo milione caricati. Pronti per la green pass”.

Green pass il certificato vaccinale cos’è e come funziona. Le parole dell’assessore D’Amato

La campagna vaccinale che prosegue con passo felpato nel Lazio, porta speranza ed ipotesi positive anche dall’assessore.

Quanto alle statistiche 1 italiano su 5 ad aver effettuato il vaccino, proviene dal Lazio.

L’assessore alla sanità regionale Alessio D’Amato, rende noti i numeri della campagna vaccinale nel Lazio.

Stando ai numeri nel bollettino dei contagi del 17 aprile enuncia: “Sono stati caricati circa mezzo milione di certificati vaccinali nel fascicolo sanitario elettronico per gli assistiti laziali che hanno completato il percorso vaccinale”.

L’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione prosegue affermando che il Lazio è pronto per il green pass:

“Il 15% ha già consultato il proprio attestato vaccinale che ha un sigillo digitale di garanzia la cui autenticità è verificabile attraverso la ‘app’ Salute Lazio ed è disponibile anche in lingua inglese. Il Lazio è pronto per il green pass”.

Green pass a cosa servirà?

Il certificato vaccinale europeo, ovvero il green pass sarà in formato sia cartaceo che digitale.

Questo documento conterrà la descrizione del tipo di vaccino effettuato, ovvero se si è stati portatori della malattia e se si hanno gli anticorpi.

Questo certificato sarà dotato di un codice Qr come quello ricevuto dai cittadini laziali.

Oggi tutti i vaccinati sono soggetti alle stesse restrizioni dei non vaccinati, il certificato serve a dare un via alle libertà di queste categorie e permettere di ricominciare a viaggiare in sicurezza.

Come ha ribadito Speranza il ministro della Salute, il “green pass” sarà sottolineato nel passaporto, “il ‘green pass‘ (così verrà definito in Europa) europeo connesso alle vaccinazioni è la strada giusta per ricominciare a viaggiare in sicurezza”.

Il certificato non sarà obbligatorio ma potrebbe venir richiesto per partecipare ad eventi particolari, luoghi pubblici “importanti” o per salire su un aereo.

Dunque il green pass servirà ad avere una strada più libera per partecipare ad eventi o viaggiare.

Ovviamente ogni Stato è libero di decidere quali restrizione imporre o no a chi è stato vaccino e chi non.

Nel Lazio come funziona il certificato

L’anagrafe vaccinale nella Regione Lazio rilascerà un fascicolo sanitario elettronico per ogni cittadino che ha effettuato il ciclo vaccinale completo.

L’attestato possiederà un sigillo digitale della Regione Lazio, in cui saranno trascritti i dati anagrafici, la data di prima e seconda somministrazione, il codice aic, la tipologia di vaccino somministrato e il lotto di produzione.

Il Qr code presente nel certificato è in grado di verificare l’autenticità dell’attestato attraverso l’app Salute Lazio.

L’app è in grado di mostrare l’avvenuta certificazione, inoltre l’attestato sarà sia in lingua italiana che inglese.

Il certificato potrà essere scaricato dal proprio fascicolo sanitario.

Lascia un Commento