GENERARE COINVOLGIMENTO NEI SOCIAL NETWORK

0
0

GENERARE COINVOLGIMENTO NEI SOCIAL NETWORK

GENERARE COINVOLGIMENTO NEI SOCIAL NETWORK: Ottenere Mi piace e follower non è sufficiente per avere un social network di successo.

È necessario creare un rapporto duraturo con il pubblico. Ma come? La risposta è semplice: investire in diversi tipi di contenuti. Inoltre, utilizzare le risorse di Facebook e Instagram, i social network più utilizzati oggi, aiuta a migliorare il tuo obiettivo.

Vuoi sapere come applicare strategie che incoraggiano l’engagement dei tuoi follower?

Continua a leggere!

Prima di tutto, cos’è l’impegno?

Il coinvolgimento sui social media è una metrica utilizzata per misurare quanto il contenuto di un marchio stia effettivamente raggiungendo il suo pubblico.

In questa matematica calcoliamo la quantità media di interazioni in una pubblicazione o in un periodo del social network analizzato.

In questo account considereremo reazioni, commenti, condivisioni, clic, retweet e menzioni come interazioni.

Somma tutto e dividi per il numero di follower sul tuo social network.

Il risultato sarà il tuo tasso di coinvolgimento.

Perché è importante saperlo?

Al giorno d’oggi, la dimensione del pubblico vinto non è sufficiente per analizzare la presenza del marchio, né il suo potenziale di vendita.

Più persone interagiscono con la pubblicazione, maggiore è il coinvolgimento.

Ciò aumenta la visibilità e l’importanza del contenuto, che può attirare più clienti verso l’azienda

. Ora che sai cos’è il coinvolgimento e la sua importanza, è tempo di conoscere i tipi di contenuti che più coinvolgono.

5 tipi di contenuti per generare coinvolgimento

Il contenuto visivo è il re dei social media.

Uno studio ha rilevato che le persone ricordano l’80% di ciò che vedono, ma solo il 20% di ciò che leggono.

Ciò significa che per i social network, la strategia più efficiente è l’uso di contenuti visivi.

Abbiamo elencato di seguito 5 tipi di contenuti da applicare.

1. Immagini

Le immagini dovrebbero guidare le tue strategie sui social media.

Secondo uno studio  i post contenenti immagini ricevono il 94% di visite in più rispetto a quelli senza appeal visivo. Incoraggiano l’interattività, come i Mi piace e le condivisioni che aiutano a enfatizzarla.

Inoltre sono seo-friendly e se vengono nominati associandoli correttamente ai tuoi prodotti e servizi, aiuteranno a posizionare il tuo brand nei motori di ricerca.

2. Video

I post con video sono 3 volte più condivisi rispetto ai post che contengono solo testi, secondo SEOmoz.

Quindi, quando crei la tua strategia sui social media, scommetti sui video.

Gli argomenti possono variare, ma è importante che siano focalizzati sui gusti e le esigenze del tuo pubblico.

Altro consiglio prezioso: cercate di non creare video lunghi, poiché gli utenti web, soprattutto quelli sui social network, difficilmente si fermano a guardare un video lungo.

Imposta due minuti per i contenuti di Facebook e un minuto per il feed di Instagram.

3. Gif

Chi non si diverte a guardare frammenti di scene divertenti?

Le gif utilizzate sui social hanno lo scopo di portare intrattenimento e sono molto efficaci, anche con pochi secondi.

Queste animazioni sono strumenti potenti per aumentare il posizionamento del marchio sui social network.

Quando scommette sulle GIF, il tuo team di marketing digitale deve usare tutta la creatività per associarle ai tuoi prodotti e servizi.

4. Memes

Uno dei più grandi successi dei social network, senza dubbio, sono i meme.

Funzionano molto bene perché sono popolari, divertenti e ritraggono situazioni quotidiane comuni.

Questo naturalmente favorisce l’identificazione degli utenti, stimolando la condivisione sui social network.

Inoltre, i meme hanno un alto potere di viralizzazione, soprattutto quando sono originali e autentici.

Molte aziende adattano anche adattamenti di meme popolari per promuovere se stesse, il che non è male.

Dopotutto, ciò che conta davvero è intrattenere il pubblico e incoraggiare il coinvolgimento.

5. Infografiche

Ultimo ma non meno importante, abbiamo le infografiche.

Quando forniscono informazioni facili da capire e da assimilare, hanno un elevato potere di coinvolgimento.

Le pubblicazioni infografiche crescono del 12% in più rispetto a quelle che non lo fanno.

E, infatti, leggiamo 30 volte più infografiche rispetto ai testi in un post.

Cioè, se lo scopo del post è pubblicare i dati, è importante includerli nella scheda stessa, sotto forma di infografica.

Le didascalie devono essere utilizzate solo per integrare informazioni importanti.

Ti è piaciuto saperne di più sui tipi di contenuti che più coinvolgono?

Ora non ti resta che investire nella produzione di contenuti con un team qualificato per promuovere la tua azienda.

Contattaci

 

Lascia un Commento