Buona Pasqua e Pasquetta: Feste dalle origini lontane

0
0

Buona Pasqua e Pasquetta: Feste dalle origini lontane, vi auguriamo di passare felicemente queste giornate speciali.

Sono una Pasqua e una Pasquetta particolare, la seconda dallo scoppio della pandemia.

Questa volta siamo più preparati mentalmente perciò non ci ha colto alla sprovvista come accadde l’anno precedente.

Abbiamo la possibilità di fare visite e quindi di trascorrere in compagnia questo giorno speciale.

Vi auguriamo di trascorrerla felicemente, assaporando i piatti tradizionali della nostra Pasqua italiana e di trovare il regalo desiderato all’interno dell’uovo donato!

Buona Pasqua e Pasquetta: Feste dalle origini lontane

La Pasqua è una festa dalle origini lontane, celebra la Risurrezione di Gesù Cristo avvenuta nel terzo giorno dalla sua morte, così narrato nei Vangeli.

Pasqua porta con sé ogni anno il dubbio della data precisa, questo perché cambia ogni anno.

La data varia a seconda dei cicli lunari, si stabilisce la domenica successiva al primo plenilunio di primavera.

Questo determina anche la cadenza di altre celebrazioni, i tempi liturgici come la Pentecoste e la Quaresima.

La Quaresima, ricorrenza che precede la Pasqua inizia il Mercoledì delle Ceneri e termina il Giovedì Santo.

Questo rito vuole ricordare i quaranta giorni che Gesù trascorse nel deserto dopo il suo battesimo nel Giordano, precedente al suo ministero pubblico.

La Pentecoste è una festa mobile, dipendente dalla data di Pasqua.

Essa cade alla fine della settimana dopo quella pasquale e festeggia l’inizio del raccolto, successivamente anche il dono della Legge.

L’origine della “Pasquetta”

Pasquetta è il nome popolare di “Lunedì dell’Angelo“.

Il suo nome originale deriva dal fatto che la festa cade il lunedì dell’Ottava di Pasqua, cioè il giorno dopo la Pasqua.

Il nome vuole ricordare l’incontro dell’angelo con le donne giunte al sepolcro, avvenuto in questo giorno.

Tradizionalmente si festeggia finendo gli avanti dell’abbondante pranzo pasquale in compagnia di amici o parenti, solitamente organizzando un pic-nic o una scampagnata “fuori”.

Buona Pasqua e Pasquetta pranzi abbondanti e molti sorrisi

Sebbene non si possa festeggiare la Pasqua e la Pasquetta come si faceva solitamente, non bisogna perdersi d’animo e continuare a scambiarsi sorrisi con le persone a cui teniamo.

La “scampagnata” fuori casa non è permessa, perché abbiamo un compito importante quest’anno: superare la pandemia.

Pertanto dobbiamo ricordarci sempre di stare attenti alle norme anti-contagio per portare al termine il prima possibile questa brutta storia.

Possiamo festeggiare in compagnia di pochi, ma in compagnia, pertanto scegliete le persone più care, divertitevi e mangiate tanto come da tradizione.

Come disse Lutero: “Il Nostro Signore ha scritto la promessa della Risurrezione, non solo nei libri, ma in ogni foglia di primavera”. 

La Pasqua è una festa di Rinascita, ci attende una nuova vita di riscoperta e ripresa, Buona Pasqua e Felice Pasquetta da Roma Comunica.

Lascia un Commento