8 marzo Roma sciopera dall’associazione “Non una di meno” ai sindacati

0
0

8 marzo Roma sciopera dall’associazione “Non una di meno” ai sindacati, l’adozione dello sciopero trova consenso da parte dei sindacati che hanno indetto sciopero nazionale di 24 ore e l’immancabile sciopero femminista e transfemminista globale.

8 marzo Roma sciopera dall’associazione “Non una di meno” ai sindacati, le strade si animano di voce e colore

Come tutti gli anni passati, l’associazione “Non una di meno” si fa sentire e valere durante questa giornata d’importanza mondiale.

L’anno passato, l’8 marzo si trovò proprio di fronte al primissimo lockdown.

Tantoché l’associazione non portò in piazza il memorabile corteo degli anni precedenti, per garantire sicurezza e tutela sanitaria.

Quest’anno “Non una di meno” sente la necessità di scendere in campo e far sentire l’urlo e la forza di tutte le donne del mondo.

“Non una di meno” ha affermato sulla sua pagina :”il prossimo 8 marzo un nuovo sciopero femminista e transfemminista, della produzione, della riproduzione, del e dal consumo, dei generi e dai generi.”

Così si sono mobilitate per organizzare tale giornata di forza, coraggio e voce femminile.

In un momento particolare come questo, molte donne si sono ritrovate a dover passare molto del loro tempo in casa, senza poter uscire da situazioni dolorose.

L’ambiente familiare per molte donne è diventato un incubo, un incubo da cui la pandemia non ha permesso di emergere neanche per un giorno.

Gli appuntamenti indetti sono dalla mattina delle 10:30 alle 20:00.

Dalle 17:00 alle 20:00 daranno vita alla zona fuxia contro violenza, sfruttamento e discriminazioni in Piazza Esquilino.

Non saranno numerose come nei cortei degli anni precedenti, ma mostreranno la loro presenza, simboleggiando la lotta contro la violenza di genere e colorando le strade.

“Lotto marzo perché lotto tutti i giorni” così esordisce l’USB, anche loro scendono in piazza

L’USB(Unione sindacale di base) spalleggia l’appello di “Non una di meno” per 5 anni consecutivi.

Manifesta in tutta Italia contro lo sfruttamento del lavoro delle donne.

Le donne, lavoratrici e delegate si sono date appuntamento in Piazza Esquilino e in Trastevere per dare voce alla loro lotta quotidiana , sia negli ambienti domestici sia in quelli lavorativi.

Come disse Rita Levi Montalcini : “Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale delle società.”

Nel XXI secolo questo messaggio è ancora molto forte, l’USB vuole ricordarlo.

8 marzo Roma sciopera dall’associazione “Non una di meno” ai sindacati, rischio nei servizi pubblici e scuola dell’infanzia

Come si legge nella pagina web dell’INPS: “Le associazioni sindacali CUB, SLAI COBAS per il sindacato di classe, USB, SI COBAS, USI con sede a Parma, SGB e SUR hanno proclamato lo sciopero nazionale di 24 ore di tutte le categorie e dei settori lavorativi, pubblici, privati e cooperativi, per l’intera giornata di lunedì 8 marzo 2021.”

Questo può comportare attività ridotte nei servizi pubblici, i lavoratori INPS parteciperanno e l’attività lavorativa potrebbe non essere garantita.

Per tanto è stato indetto lo sciopero dei trasporti a Roma, con la fascia di garanzia fino alle 8:30 , riprendendo poi dalle 17:00 alle 20:00.

L’astensione, per quanto riguarda Roma toccherà l’intera rete Atac: bus, filobus, tram, metropolitana e ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Le richieste alla base di queste movimentazioni sono :”tutela della salute e sicurezza delle lavoratrici e del lavoratori; proroga della moratoria sui licenziamenti; diritto al lavoro a salari e carriere senza discriminazioni; lo stop della precarietà lavorativa e sociale che colpisce soprattutto le donne”.

Anche gli Uffici del Comune, le scuole dell’infanzia e gli asili nido non garantiranno il perfetto funzionamento delle attività odierne.

 

 

 

Lascia un Commento