Virginia Raggi in aula annuncia: “il cambiamento sta iniziando, tra sei mesi i risultati”

0
1

La sindaca ottiene il voto di fiducia della maggioranza, ma il PD per polemica abbandona l’aula durante le parole della Raggi

 

virginia raggi in aulaRoma – Diverse volte è stato chiesto un consiglio straordinario in seguito agli eventi giudiziari della Sindaca. Questo è stato richiesto dal Partito Democratico e dopo molti rinvii, la sindaca ha deciso di presentarsi in aula e subito sono partite polemiche e scontri.

La Raggi è partita subito dicendo che di fronte ha “un opposizione che gufa“ed altre supposizioni come:” noi stiamo rimettendo in piedi ciò che per anni avete distrutto“. Continua con le sue affermazioni dicendo “io ho cambiato 3 assessori, Renzi da sindaco ne ha cambiati 9“ed altri dichiarazioni che hanno acceso l’animo nella sala.

Virginia Raggi in aula annuncia la sua determinazione sulla tenuta della sua maggioranza ed è chiara nelle sue parole: “Rassegnatevi, questa maggioranza va avanti con forza e prosegue nella realizzazione del programma nell’interesse unico dei cittadini. Questa maggioranza, voglio ricordarvelo, ha approvato il bilancio di previsione in anticipo rispetto a tutte le grandi città italiane. E di questo dovreste essere fieri anche voi, se aveste a cuore davvero il bene comune. Approvare il bilancio preventivo significa far risparmiare denaro ai nostri cittadini, significa poter pianificare le scelte per la città. Significa poter fare bandi di gara per i lavori pubblici. significa che, dopo anni, finalmente si programma la manutenzione delle strade pubbliche e si asfaltano le buche dovute ad anni di malgoverno“.

Virginia Raggi in aula ottiene la fiducia della sua maggioranza

Virginia Raggi in aula ottiene 24 voti favorevoli a firma della maggioranza M5S. Al voto si è astenuto il Partito Democratico che aveva già abbandonato l’aula, nel momento in cui era intervenuta la Raggi.  Nella sua replica la sindaca è sorpresa dato che negli interventi si è parlato diverse volte del lavoro della Giunta ed aggiunge: ” forse se volevate un confronto per la prossima volta dovreste strutturare meglio l’ordine del giorno, così possiamo parlare con più accuratezza dei risultati ottenuti fino ad ora,  ma le regole ci impongono di attenerci all’ordine del giorno“.

I democratici in preda alla  furia abbandonano la sala chiedendosi come il Movimento 5 Stelle intende governare la capitale e la risposta non arriva. Così per protesta arriva l’abbandono della sala e la sindaca risponde dicendo: “Lavorate meglio, perché altrimenti i 20 mila euro spesi dall’amministrazione per questo e per ogni Consiglio straordinario che chiedete sono inutili“.

Dopo le diverse vicende la sindaca conclude dicendo che ha tutte le intenzioni di cambiare al meglio le cose, oggi il risultato non si vede, ma sarà ben visibile tra sei mesi. Staremo a vedere cosa succederà, e se la Raggi terrà fede alle sue parole dopo aver ottenuto la fiducia dalla maggioranza.

Per la tua Pubblicità su RomaComunica.it contattaci

oppure scrivi un email a simone.detomassi@romacomunica.it

 

Lascia un Commento