La fortezza di Castel Sant’Angelo a Roma, un monumento eterno

1
0

Detto anche Mausoleo di Adriano, è uno dei più importanti monumenti a Roma

la fortezza di castel sant'angeloLa fortezza di Castel Sant’angelo deriva dal nome della statua dell’Arcangelo Michele posizionata sulla cima del monumento. E’ sito sulla parte destra del Tevere di fronte al Ponte Sant’Angelo.

L’imperatore Adriano nel 139 d.C.commissionò il progetto con l’intento di volere un mausoleo per se e per i suoi figli, nel 271 d.C. prendendo poi il suo nome attuale nel 590 d.C. Grazie all’imperatore Aureliano, l’opera divenne un castello e nel XI secolo e venne aggiunta la torre diventando poi proprietà del Vaticano nel 1277 .

Nel VI secolo venne trasformato in fortezza per i Papi, in caso di improvvisi pericoli, con un passaggio nascosto nei sotterranei. L’imponente monumento si raggiunge direttamente dal Ponte Sant’Angelo, decorato dagli angeli di Bernini ed altri importanti scultori del periodo.

La Fortezza di Castel Sant’Angelo, i 7 livelli

Nel tempo la struttura ha ricevuto diverse modifiche, dovuto ai diversi usi che nei secoli ne hanno variato le caratteristiche. Oggi sono visibili tre tipologie architettoniche riunite nello stesso monumento, caratterizzate da 7 livelli ben distinti.

  •  1,2,3 – la struttura del mausoleo si sviluppa attraverso il Dromos, la rampa elicoidale e l’atrio, fino ad arrivare alla sala composta dalle urne.
  •  4 – Troviamo il cortile dell’angelo insieme alla cappella di Leone X, e le salette di Alessandro VI. Per finire visitiamo il cortile con il pozzo e la stufetta di Clemente VII.
  •  5 – Si da spazio agli ambienti del rinascimenti tenuti in ottima conservazione, e le meravigliose sale affrescate da Perini del Vaga.Troviamo in fine gli appartamenti privati di Paolo III Farnese.
  • 6 – Decorato e organizzato secondo i canoni del Papa Farnese, troviamo la sala del Tesoro, la biblioteca, la sala dei festoni e infine la”Cagliostra”, adibita a prigione.
  • 7 – Utilizzata dal XVII secolo in poi per fare da contenitore ad archivi ai quali non c’era più spazio nelle sale inferiori. Al livello 7 c’è anche la sala rotonda e la sala delle colonne. Dalla sala rotonda accediamo direttamente al Terrazzo dell’angelo, un luogo suggestivo dove possiamo vederla città eterna a 360 gradi.

In questi anni la fortezza di Castel Sant’Angelo ha incrementato notevolmente i suoi visitatori rispetto al passato; basti pensare che nell’anno passato ha registrato quasi un milione e mezzo di visitatori. Si conferma la sua grande importanza come monumento per la città di Roma.

Nella prossima sezione di Arte e Cultura parleremo del Pantheon.

Per la tua Pubblicità su RomaComunica.it contattaci

oppure scrivi un email a simone.detomassi@romacomunica.it

 

Lascia un Commento